lunedì 29 luglio 2013

PIOVE

Piove a dirotto.
Sull'asfalto corrono fiumi d'acqua.
Dal tetto si vedono ventagli di acqua nebulizzata.
Cadono foglie e aghi di pino.
I tuoni si rincorrono, ora lontani, ora vicini.
Nel parcheggio è un brulicare di bolle d'acqua.
Che meraviglia!
Piove, guarda come piove......

10 commenti:

  1. che bello! non devo annaffiare il giardino...

    RispondiElimina
  2. Mi sembra di vedere l'acquazzone nelle tue parole. Ma ha piovuto anche sul lago di Garda.

    RispondiElimina
  3. qui poche goccie ,ma tante nuvole nere:)

    RispondiElimina
  4. So che c'è chi non la sopporta più, la pioggia, ma anche a me piace tanto, anche se ora questi acquazzoni/ quasi tornado fanno paura. Il cipresso al cancello era sdraiato dal vento, che si portava in giro le sedie di plastica e buttava in terra i vasi. Intanto però le radici delle piante bevevano rinfrescate...Io e la Holly a guardare dalla finestra , mentre l'acqua in silenzio entrava da tutti i buchi dentro casa, poi ho dovuto asciugare tutto.

    RispondiElimina
  5. Anche da noi acquazzoni e purtroppo anche grandine. Ma l'acqua ci vuole ed è importante che ogni tanto piova. Fa bene alle piante e fa bene alle persone!

    E tu cara Loretta, te la sei goduta, mi pare di capire. Come quando eri bambina... e forse già allora osservavi questi giochi di acqua nebulizzata, le bolle del cortile, i ruscelletti che si formavano... Che bello!

    Un abbraccio
    Cinzia

    RispondiElimina
  6. Pioggia ieri,anche qui. Una specie di tempesta...oggi sole di nuovo e caldo,l'estate è anche questo...quanti temporali in estate quando ero piccola,ed avevo paura...ora che non ho più paura i temporali sembrano più rari...però il temporale ha fatto fuori il modem! Tempi nuovi,la prossima volta mi ricorderò di staccare la corrente del modem. Abbracci,Rita.

    RispondiElimina
  7. Che bello il tuo blog,sono contenta di averti "incontrata"!!!

    RispondiElimina
  8. Praticamente l'incanto è durato nemmeno un'ora.
    Scendendo così forte l'acqua è corsa via velocemente
    senza lasciare il tempo alla terra di assorbirla, non parliamo poi delle piante in vaso, nei vasi non è arrivato proprio nulla.
    In compenso il vento ha rovesciato e trascinato con se parecchie cose, sedie in plastica comprese.
    L'immagine poetica delle foglie e degli aghi di pino che cadevano si è tramutata in colpi di ramazza a destra e a manca.
    E' così breve la poesia!

    RispondiElimina
  9. love your 'rain' poem..it rained here all night last night and thankfully we've had a very wet winter..water can be a huge issue here in australia..jane

    RispondiElimina

Grazie per aver condiviso un pò del vostro tempo con me.